.
Annunci online

"Vita e sogni sono fogli di uno stesso libro: leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare" - Arthur Schopenhauer
I luoghi che hanno fatto l'Italia
post pubblicato in Letteratura, il 16 ottobre 2006


Una tappa fondamentale sulla strada verso il suo sogno è quella di leggere i libri scritti dai giornalisti, per prendere da loro spunto e "rubare" le piccole perle di stile.
D. ha iniziato a leggere in questo weekend Luoghi Comuni di Pino Corrias, una raccolta di quei momenti che hanno fatto la storia della nostra Italia, quella che D. conosce poco perché di una generazione che non li ha vissuti, che è stata segnata dall'11 settembre, dalla morte di Giovannni Paolo II e, in riferimento al libro, dall'orrore di Cogne. Ma da niente altro, perché giovani, perché ancora bambini o neppure nati, perché figli degli anni Ottanta.

Il Vajont, la strage di piazza Fontana, il Lido di Ostia e Pasolini, via Fani, Vermicino e quel maledetto pozzo, il Pio Albergo Trivulzio, l'autostrada da Punta Raisi e Capaci, Cogne, Arcore e Cinecittà.
Scrive Corrias nel paragrafo introduttivo al suo libro: "Ogni città ha una rifrazione, ogni fondale una luce, ogni bosco un rumore. Certi luoghi contengono paesaggi che ci riguardano. Certi paesaggi contengono persone e circostanze che hanno cambiato la nostra storia e per questo ci appartengono. La loro sequenza non un ordine preciso, se non quello assegnato dal tempo. Il tempo passa, confonde e dimentica. La scrittura ferma il tempo, mette la memoria in riga, i luoghi in pagina".

E ripercorrere la storia attraverso la cronaca di quei giorni, attraverso la piacevole narrazione di un giornalista, fa riflettere e ricordare sicuramente di più.




permalink | inviato da il 16/10/2006 alle 13:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Sfoglia settembre        novembre
rubriche
links
tag cloud
ultimi commenti
cerca
calendario
adv